"Marcia dei mulini" Pontemanco di Due Carrare (PD)

Monday, 06 February 2012 13:54 Written by 

Rate this item
(0 votes)

Domenica 5 febbraio ed appuntamento podistico in quel di Pontemanco di Due Carrare (PD) per la 17° "marcia dei mulini" organizzata dalla Associazione Riviera di Pontemanco, marcia del circuito Fiasp. Nonostante il freddo siberiano Gp Capiteo "batte" il colpo (...... ansi quasi quasi el ghe vien un colpo!!) e porta i propri atleti nei territori della steppa della bassa padovana. Mentre alcuni del gruppo decidono per la corsa cpt di Preganziol, il Bepi, Andrea, Ale e il rientrante Vittorio scaricano l'adrenalina (...... Ale anca colcossa altro!!) nella non competitiva di Pontemanco. Ritrovo alle 7:15 con temperatura alquanto "tiepidina" a - 7° C e arrivo in sito alle 8:00. Aperta la portiera dell'auto il Vittorio esordisce con un "......pensavo peggio!!". Ale rischia letteralmente una sincope e pure il Bepi, a momenti, non viene colto da un coccolone. Trasferimento alla partenza con iscrizione e gelo stratosferico tanto da far "scricchiolare" tutte le estremità corporee, in particolare, le parti basse. I nasi e le orecchie sembrano lì lì per staccarsi (...... Ale, col moccolo a mo' di stalattite, chiede che sulla sua lapide venga riportato, a caratteri cubitali, di essere deceduto sul campo di battaglia, sprezzante del pericolo, come valoroso portabandiera dei nostri colori!!). Ma mi faccia il piacere. Vestizione veloce con il Vittorio, mai visto prima, ad indossare berretto di lana da scalatore e triplo paio di guanti (......... e par fortuna chel pensava pexo!!!). Come da programma, partenza libera prevista per le 8:30 ma già alle 8:00 il grosso della truppa (più di un migliaio!) è già in moto. Il meteo tende al sereno con sole che va via via ad alzarsi in cielo. Tre i possibili percorsi di 7 km, 13 km e 21 km. Prima di partire veloce volantinaggio della quattro passi in campagna, corsa di casa nostra prevista per il 18 marzo. Si parte letteralmente prossimi all'ibernazione globale totale e mentre il Bepi propende per un giudizioso tacciato intermedio, gli altri, inebriati dal masochismo vittoriano, vanno per il lungo. I primi chilometri vengono percorsi praticamente ipnotizzati dal gelo tanto che al primo ristoro, alle porte di Battaglia Terme (7 km), i nostri sono più di là che di quà. Ale segnala che, già dal terzo km, l'unica cosa che lo tiene sveglio sono i "brontolii" del suo pancino che, puntuale come un orologio svizzero, gli segnala la necessaria sosta ai box. Pure il Vittorio nonostante ribadisca il suo ........pensavo peggio, sembra capitolare lungo le rive del canale che porta i nostri alla periferia di Cartura. A "deliziare" i partecipanti ci si mette pure un vento taglia orecchie che fa imprecare i nostri a più riprese contro il Vittorio che procede con la sua solita corsa in "scioltezza" a 4:30 a km. Si arriva al traguardo con una temperatura di - 2° C in poco meno di due ore. Immediato ricovero presso il baraccone del ristoro finale per lenire a dovere le "ferite" della battaglia. Il brulè viene ingurgitato istantaneamente rischiando ustioni di 3° grado alla trachea. Cigliegina sulla torta la trippa in umido quale giusta consolazione all'immane impresa dei nostri. Voto alla corsa e all'organizzazione 9. Alla prossima.           

foto corsa: guarda

Read 3176 times

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Cronache del passato

MarciaVenezia

Marcia Venezia

https://marciavenezia.weebly.com/

 

Affiliato UISP

 Comitato di  Venezia