"2° ed. Prosecco Run" Vidor (TV)

Monday, 05 December 2011 19:12 Written by 

Rate this item
(0 votes)

La gara di oggi e la 2^ Prosecco run che si corre  a Vidor (tv) sulla distanza unica di 25 km su percorso misto collinare, con brevi tratti di sterrato, la gara è anche valida come ultima tappa del circuito Triveneto run ; c’è la possibilità di iscriversi sia alla gara competitiva che non competitiva con partenza posticipata di 5 min. Io opto per la competitiva, infatti mi sono già iscritto da diverso tempo via online, al costo di 20€ + 5€ per il cartellino fidal giornaliero, chi invece voleva partecipare alla non competitiva il costo era di 10€ con pacco gara oppure 5€ senza con iscrizione sul posto. Come al solito sveglia al alba e dopo il rituale della colazione alle 6:40 mi metto in marcia per Vidor, immerso nella nebbia per tutto il percorso arrivo alla meta verso le 7:45, oggi la temperatura è sui 10° anche se l’umidità e la nebbia ne fanno da padroni, ma visto che siamo a dicembre non si può pretendere caldo e sole …. mi auguro almeno che per la partenza aumenti un po’ la visibilità, se no sarà un po’ triste …  La sede di tutto l’evento e il nuovo centro polifunzionale di Vidor, dove e sito il ritiro dei pettorali, e dove si effettuerà il pasta party e le premiazioni, esternamente c’è un tendone riscaldato adibito a spogliatoio, il locale deposito sacce, consegna cip e ritiro pacco gara, mentre le docce sono site distanti presso gli impianti sportivi; tutta l’organizzazione di oggi e affidata al team della Treviso marathon. Appena arrivo guardo la lista dei parteciparti alla gara e con gran stupore vedo di non essere in lista, se pur o pagato ecc …  mi reco al banco per ritirare il pettorale, ma per la tds non risulto iscritto, per fortuna mi sono portato dietro tutte le ricevute come prova.. insomma ho speso in totale 27,5€ mi romperebbe un po’ averli buttati via, ma quando mi stavo per incazzare arriva il responsabile che per fortuna risolve la situazione dicendomi che c’è stato un errore tecnico informatico nelle liste, quindi mi da il mio pettorale e tutti amici come prima.. Ora inizia il bello perché scopro di avere in n° 4 e  come mi è già successo in passato sono nella lista dei top runners mentre in realtà sono un under runner … intanto l’ora della partenza si avvicina è approfitto  dello spogliatoi per la preparazione,  cambio d’abito, massaggio ecc, consegno la sacca e alle 9 inizio il riscaldamento e mi avvicino verso la zona di partenza che dista circa 800mt dalla sede di arrivo. La particolarità della gara di oggi e che si passerà attraverso diverse aziende vinicole, infatti la partenza si svolge all'interno delll'azienda La Torder, più precisamente nel giardino di casa, infatti la linea di start e posta al altezza del cancello …. Comunque arrivato alla partenza è già presente un ristoro, mi bevo l’ultimo sorso d’acqua e cerco di mischiarmi nella folla (non molto grande precisamente sono 338 a prendere il via, molti di più alla non competitiva ma non posso quantificarle), quando a 5 minuti dal via sento dire dallo speaker che i top runner devono raggiungere il nastro di partenza, io faccio finta di niente quando però vengo beccato da uno del organizzazione che inizia ad urlare numero 4 devi venire avanti.. cosi nel imbarazzo più totale mi tocca mettermi in prima fila, e già so cosa mi aspetta, che se voglio sopravvivere devo fare una partenza alla Usain  Bolt, anche perché dopo 50 metri dal via c’è una secca curva a sx…. l’adrenalina sale e mi preparo … appena il giudice di gara spara parto come un razzo, per fortuna la strada dopo la curva e ampia, e visto che non siamo molti riesco a tenermi ben di lato e far passare chi corre veloce, comunque il primo km viene corso da me in 5min e mi sento che questa cosa la pagherò dato che la gara e lunga …. I successivi 5 km scorrono bene riesco a calare il ritmo  e correre al mio passo ideale, si passa l’abitato di Mosnigo e Colbertaldo, e si passa attraversando diverse aziende del prosecco (intanto la nebbia si è alzata ora il cielo e nuvoloso ma almeno c’è una buona visibilità) con vari tratti in sterrato molto bello; passo il primo rifornimento e proseguo, al km 6,5 inizia la lunga salita che porterà al km 11,4  in località Santo Stefano, sono 4 km di salita tutti asfaltati che con pendenze che diventano via via sempre più dure, la salita termina dentro l’agriturismo Due Carpini dove c’è il secondo rifornimento e si conclude con una breve scalinata, qui mi prendo un attimo di pausa; al km 11,8 viene preso il rilevamento del tempo, e al 12km inizia un tratto di discesa asfaltato ma molto ripido che mi risulta essere più impegnativo della salita. Il percorso prosegue attraverso le colline del prosecco con diversi sali e scendi tra le colline del prosecco e si entra in zona Valdobbiadene toccando diverse frazioni, al km 19 c’è il terzo ed ultimo rifornimento al interno del azienda vinicola Torre Zecchei, (non danno prosecco però), prendo una bottiglietta d’acqua e continuo per la mi strada, non voglio perdere tempo visto che la mezza maratona si avvicina e sto per fare il mio personale. Riesco a chiudere i 21,097 in 2:10:02, 6 minuti in meno del mio personale, ormai manca poco alla fine e la strada e tutta in piano, però hai -2 inizio a sentire sintomi a me fino ad ora sconosciuti, chiamanti crampi (finalmente sono riuscito  a raggiungere il mio limite fisico!!), e devo dice che questi ultimi 2000 metri sono stati un inferno, a un km dalla fine un dentino di 200mt mi ha praticamente distrutto, però non voglio mollare , il traguardo è li ad un passo, si attraversa il centro di Vidor e poco dopo ecco li l’arco e l’ultimo breve rettilineo che porta al traguardo … soddisfattissimo ma finito come non mai ( http://www.tds-live.com/ns/index.jsp?login=&password=&is_domenica=0&nextRaceId=&dpbib=&dpcat=&dpsex=&pageType=1&id=3778&servizio=000&locale=1040#). Mi trascino allo stremo delle forze al ristoro che  è li di fronte a me , mi bevo una mastella di the e mangio 2 banane …  mi riprendo abbastanza , riconsegno il cip e mi viene dato il pacco gara che devo dire bello sostanzioso, composto da 1 maglietta tecnica, 1 pacco di biscotti, 1 pacco di crackers, 1 pacco di pasta, 1 sport drink, 1 the freddo e un san benedetto ice. Mi cambio e visto che per una volta non devo correre al lavoro sfrutto il buono per il pasta party e seguo tutte le premiazioni. In conclusione una bella gara, il percorso è abbastanza impegnativo  con un dislivello complessivo di 276 metri, tutto il percorso ottimamente segnalato e ben presidiato, un ottima organizzazione, buonissimi ristori e un ricco pacco gara, esperienza da ripetere.

Voti: percorso 9, ristori 9, pacco gara 9

Matteo

Read 2387 times

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Cronache del passato

MarciaVenezia

Marcia Venezia

https://marciavenezia.weebly.com/

 

Affiliato UISP

 Comitato di  Venezia