"Marcia del Beato" Marostica (VI)

Monday, 18 April 2011 06:38 Written by 

Rate this item
(0 votes)

Lasciata alle spalle l'avventura organizzativa della marcia delle farfalle, gp Capiteo riparte in "quarta" portando i propri atleti in quel di Marostica (VI). Appuntamento podistico dalle grandi suggestioni quello di domenica 17 aprile per la 36° edizione della "Marcia del Beato", corsa non competitiva a passo libero prevista su 4 percorsi di 4, 7, 13 e 21 km e organizzata a cura del gruppo Marciatori Marosticensi. Sveglia e ritrovo alle 7:00 con presenti Vittorio (reduce dal turno di lavoro notturno e ............. co' do oci da pesse lesso!! fanne savere cossa che te gà ditto a Cristina co te ghe ghè ditto che smontà daea note te vegnevi corrare!!), Fabio e Andrea con il presidente, al solito, a coordinare le operazioni mentre Alberto si reca direttamente sul posto. Molti altri non pervenuti. Su tutti, il "solito" Ale che dà forfait all'ultimo momento impegnato nell'approvazione del bilancio della ditta Sebach, vendita e noleggio wc chimici (??!!). Arrivo in sito ore 8:15 (inizio corsa già dato alle 7:30) in pieno centro storico a Marostica, nella incantevole atmosfera di Piazza degli Scacchi. Giornata splendida con temperatura alla partenza di 12° C. Veloce vestizione dei nostri e ciascuno decide per il proprio percorso. Il Bepi, Vittorio e Fabio propendono per la 13 km mentre Andrea e Alberto "osano" sul lungo mettendo a repentaglio in più riprese la propria incolumità fisica. I primi due, con l'adrenalina a mille, partono a spron battuto e ben presto, leggiadri come non mai, seminano il resto della compagnia. Dopo i primi chilometri, che si snodano in mezzo alle colline e ai ciliegi in fiore del territorio circostante, tra stupendi sentieri e suggestive contrade, "inizia" la vera sfida. Salite da trassecolare e discese tagliagambe non danno tregua ai partecipanti fino al termine della corsa. Il tracciato si sviluppa inizialmente in direzione ovest verso le colline in fiore di Pianezze che viene toccato nella sua periferia est. Il primo ristoro serve a fare un bel carico di liquidi e zuccheri in modo da mettere nel serbatoio una bella riserva di energia e i nostri non si fanno certo pregare a riempire le "lippe". Gli atleti incontrati lungo il percorso sono innumerevoli (alla fine saranno annunciati più di 2000 partecipanti con 70 gruppi podistici iscritti!!) e fino al bivio dei 21 km fanno un unico e corposo serpentone. Passato Pianezze ci si dirige verso nord in direzione San Luca dove il tracciato si fà sempre più impervio, con strette mulattiere e con continui saliscendi e passaggi particolarmente impegnativi. Mentre la parte della truppa impegnata sui 13 km giunge al traguardo in tempi variabili tra gli 1:15 e 1:25 e con la gambetta a fare "giacomo", quelli impegnati sul lungo "soffrono" le pene dell'inferno anche a causa del caldo che poco a poco fa sentire il proprio effetto. Con la spia della riserva e della temperatura accese già verso il 17 km, gli "impavidi" caracollano incerti fino a giungere al traguardo in un tempo di 2 ore e un quarto con gli arti inferiori assaliti da crampi pure alle unghie dei pollicioni. La piazza gremita in ogni dove è il più bel suggello a questa splendida giornata. Facciamo i giusti onori al ristoro finale (unica pecca!!) che, pur se non fornitissimo, ha concesso il meritato sollazzo alle papille gustative dei nostri. Il Vittorio ormai allo stremo delle forze (sveglio dalle 11 del sabato mattina!!) cerca di tenere botta ma sbanda paurosamente e quasi quasi cede alle lusinghe del Dio Morfeo. Si ritorna. Voto alla corsa e organizzazione 9. Voto al ristoro finale 5/6. Alla prossima.

 

foto corsa: guarda

Read 3627 times

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Cronache del passato

MarciaVenezia

Marcia Venezia

https://marciavenezia.weebly.com/

 

Affiliato UISP

 Comitato di  Venezia