"Per...correre il Sile" Silea (TV)

Monday, 15 July 2013 20:06 Written by 

Rate this item
(5 votes)

Domenica 14 luglio con appuntamento podistico in quel di Silea (Tv). In concomitanza con la rinomata “festa dea sardea” è andata in scena la 5° edizione della “Per..correre il Sile”, non competitiva  con organizzazione a cura dell’associazione podisti Silea e 12°ma prova del circuito Cpt. Per i nostri ritrovo ore 7:45 con presenti Gianni, Andrea, Vittorio (abbronzato e rigenerato al rientro dal periodo feriale e desideroso di sfoderare la prestazione!!), Fabio, Simone, ed Ale. Arrivo in loco ore 8:15 dove sta prendendo corpo il gruppone dei partecipanti (alla fine saranno oltre duemila!!) e dove alla truppa si aggregano gli inossidabili Gianni e Tecla. Giornata bella caldina con sole e temperatura intorno ai 25° C ma comunque con buona ventilazione. Iscrizione rigorosamente con premio consistente in confezione di caffe macinato da 250 gr. Vestizione e breve riscaldamento con “el toco mejo che ghemo” Mohammed che brucia un paio di chilometri di asfalto, giusto per scaldare la marmitta, mentre gli altri “fanno” lavoro allo steccato producendosi in improbabili esercizi di stretching (…..par poco l’impenitente no xe colto da stiramento ae sopracciglia con possibile rischio di ritiro dalla competizione!!). Due i percorsi previsti di 5,5 km (per i giovani con partenza alle 9:05 ed un giro del tracciato) e 11 km per tutti gli altri (con partenza alle 9:00 e due giri del tracciato). Ultima prova del circuito prima della pausa estiva e quindi si decide per la corsa “generosa”. Mohammed in prima fila a sradicare la corda dello start, il Vittorio, trasfiguratosi per l’occasione in un vero “Adone” con gamba depilata, occhiale da maschio in calore e muscolo in tiro (….messaggio par Mohammed e pupillo: ”…. Putei, par fare a performanss bisogna depilarse come el maestro!!!......sessant’ani e no’ sentirli!!....che toco de’ omo!!!.....un esempio!!), il Gianni, reduce dalla prova bergamasca, con la gamba a far “giacomo giacomo” ancor prima di scatenare l’inferno mentre gli altri si giocano il placet-ferie a discrezione del Maestro. Come detto, pronti via. Fatto circa 1 km su asfalto e subito si devia per l’Alzaia sul Sile, percorso sterrato quasi completamente ombreggiato posto sulla riva del omonimo fiume. Uno spettacolo. Primo giro senza particolari sussulti con i nostri che tengono discretamente il ritmo. Secondo giro e si incomincia a pagare il prezzo di giornata con il caldo che fa le prime vittime. L’ultimo chilometro viene fatto praticamente in apnea con Mohammed che sprinta da par suo. A seguire il Vittorio furioso, inaspettatamente un po’ sottotono causa postumi vacanzieri non ancora assorbiti. A scalare gli altri con Andrea ancora sotto effetto dei vapori alcolici di un sabato passato a cantine in Valpolicella che arriva letteralmente spalmato sul selciato. Ristoro finale degno di questo nome con di tutto e di più. Panini, bomboloni, bibite e, su tutto, anguria bella fresca. Voto alla corsa 9. Perfetta l’organizzazione e pure il percorso. Alla prossima.   

foto corsa: guarda

Read 2019 times

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Cronache del passato

MarciaVenezia

Marcia Venezia

https://marciavenezia.weebly.com/

 

Affiliato UISP

 Comitato di  Venezia