"Marcia dea brosema" Casalserugo (PD)

Monday, 29 December 2014 16:22 Written by 

Rate this item
(0 votes)

Venerdì 26 dicembre e tradizionale appuntamento podistico nel giorno di S. Stefano all’insegna dello “smalti-panettone”. A Casalserugo (PD) è andata in scena la 34°ma edizione della “Marcia dea Brosema”, non competitiva  con organizzazione a cura dell' A.S.D. G.P. Casalserugo, nonché corsa del MarciaPadova e marcia Fiasp. Per i nostri ritrovo ore 7:15 con presenti il Vittorio, Andrea, Roberto, Andrea, Davide, Gloria, Ale e Gianni. Direttamente sul posto intorno alle 7:45 si aggregano pure Valentina e Stefano. Meteo sereno con temperatura a – 1°C e finalmente con prima “brosema” della stagione. Iscrizione e successiva vestizione con divisa invernale mai più adatta alla situazione.  Come da tradizione partenza prevista per le 8:00 ma sul tracciato, vista la partenza libera, già si contano svariati atleti. Tre i possibili percorsi di 7 km, 14 km e 18 km (reali poco più di 17 km). Un maestro già con il vento in poppa impone per tutti il lungo. Si parte alle 8 in punto. Il pupillo, carico e desideroso di non sfigurare nell’occasione, va che è una meraviglia leggiadro come una libellula. Nonostante il carico natalizio all’insegna dell’abbondanza (…per Ale soprattutto di bevanda al luppolo!!) nei primi chilometri tutti procedono senza particolari patemi. Il tracciato, quasi esclusivamente stradale (salvo un chilometro di campestre verso fine gara), risulta particolarmente piacevole immerso nella campagna della bassa padovana e in assenza totale di traffico. Solo verso fine competizione (15 km) la corsa si infiamma lievemente. Il Diesel Gump prova a “smuovere” le acque imprimendo alla propria andatura un incremento di ritmo. Il maestro, d’incanto, si ridesta dal torpore accumulato. Risponde al tentativo di fuga da par suo e affiancatosi al pupillo, gli suggerisce di tenere il ritmo del Gianni e a provare ad andare da solo per staccare il gruppetto, fin a quel momento rimasto compatto. Un chilometro è l’insano proposito del Pupillo viene a sgonfiarsi per non rischiare di tirare l’ennesimo botto. Ma a duecento metri dall’arrivo ecco che la disputa tra il pupillo e il Diesel Gump riprende quota. Entrambi caricano a mille sui garreti non mollando di un centimetro e sperando nell’altrui cedimento. Un finale dall’esito scontato che vede il pupillo protagonista. Quest’ultimo non lascia scampo al Diesel Gump travolgendolo col suo tradizionale sprint “da velocista”. Ristoro finale all’altezza della situazione con panini, bibite, cioccolata calda fumante, dolci, brulè, mortazza e salsiccia alla griglia sublimi (…svelato il vero obiettivo di questa trasferta per i nostri!!). Premiazione di gruppo con il pupillo che nel ricevere il premio (...5 lt di vino novello!!! ...che sia solo un caso??) imbastisce un gemellaggio istantaneo con il Sindaco “avvinghiandola” letteralmente tra le sue spire. Voto alla corsa e all’organizzazione 8. Percorso ben segnalato e ottimamente presidiato.

foto corsa: guarda

Read 6723 times

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

Cronache del passato

MarciaVenezia

Marcia Venezia

https://marciavenezia.weebly.com/

 

Affiliato UISP

 Comitato di  Venezia